“Lungo la rotta balcanica”: difesa dei diritti e aiuto alle persone in fuga – evento facebook

𝗦𝗮𝗯𝗮𝘁𝗼 𝟮𝟭 𝗻𝗼𝘃𝗲𝗺𝗯𝗿𝗲 𝗼𝗿𝗲 𝟭𝟳𝗵𝟬𝟬 e𝘃𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗼𝗻𝗹𝗶𝗻𝗲 𝗶𝗻 𝗱𝗶𝗿𝗲𝘁𝘁𝗮 𝘀𝘂𝗹𝗹𝗮 𝗽𝗮𝗴𝗶𝗻𝗮 𝗙𝗮𝗰𝗲𝗯𝗼𝗼𝗸 di “Io Accolgo Brescia”. Presentazione raccolta fondi/indumenti per bisogni emergenziali in loco sotto la supervisione dell’IPSIA ACLI e Croce Rossa di Bihac (Bosnia-Erzegovina).

𝗜𝗻𝘁𝗲𝗿𝘃𝗲𝗻𝘁𝗶
▪️ Silvia Maraone, project manager IPSIA BiH
▪️ Marta Prandelli, Vicepresidente Croce Rossa Italia – Comitato di Brescia
▪️ Diego Saccora, operatore sociale attivista Associazione Lungo La Rotta
▪️ Collegamento con referente Mediterranea dalla Nave Mare Ionio ormeggiata a Venezia
𝗠𝗼𝗱𝗲𝗿𝗮
▪️ Agostino Zanotti, Comitato #IOACCOLGO – Brescia𝗟𝗮 𝗿𝗮𝗰𝗰𝗼𝗹𝘁𝗮 𝗳𝗼𝗻𝗱𝗶
“𝘗𝘦𝘳𝘤𝘩𝘦́ 𝘴𝘪𝘢𝘮𝘰 𝘴𝘰𝘵𝘵𝘰𝘱𝘰𝘴𝘵𝘪 𝘢 𝘵𝘳𝘢𝘵𝘵𝘢𝘮𝘦𝘯𝘵𝘪 𝘤𝘰𝘴𝘪̀ 𝘥𝘪𝘴𝘶𝘮𝘢𝘯𝘪?” 𝘔’𝘻𝘪𝘢 𝘑𝘢𝘧𝘢𝘳𝘪 30 𝘢𝘯𝘯𝘪, 𝘯𝘢𝘵𝘰 𝘪𝘯 𝘈𝘧𝘨𝘩𝘢𝘯𝘪𝘴𝘵𝘢𝘯.

Quella balcanica non è l’unica via diretta in Europa. Per mare o per terra sono migliaia le persone che in questi anni hanno attraversato (o tentato di farlo) le frontiere dell’Unione europea.
Il 5 settembre 2015 veniva ritrovato sulle spiagge turche il corpo senza vita di Alan Kurdi, bimbo curdo-siriano di tre anni.
Era finito in mare nel tentativo di raggiungere le isole greche.
Non era il primo annegamento di quell’anno: il 18 aprile infatti almeno 700 persone erano morte in un naufragio al largo di Lampedusa.
Dal 2016, mentre la situazione in Medio Oriente peggiora e la Turchia diventa il delegato dell’UE nel controllo delle frontiere, i governi europei hanno solo una risposta: l’approccio “hotspot”.
Il rapporto MSF del 2017 “Games of violence”, denuncia, attraverso referti medici e testimonianze raccolte in Serbia, gli abusi perpretati dalle polizie ungheresi, bulgare e croate sui minori.
Tra il 2018 e il 2020 nella Federazione di Bosnia ed Erzegovina vengono costituiti numerosi campi e la tendopoli di Vucjak, chiusa dopo 7 mesi di rastrellamenti e deportazioni da parte delle forze dell’ordine bosniache con l’avallo delle autorità locali.
A seguire numerosi respingimenti a catena dalla Croazia in Bosnia o in Serbia, oppure dalla Slovenia e anche dall’Italia verso la Croazia.
Le organizzazioni attive a favore dei migranti sono finite sotto i riflettori per il loro lavoro di denuncia e hanno subito accuse, vessazioni e controlli da parte delle forze dell’ordine che ne hanno criminalizzato l’operato, costringendone alcune a sciogliersi e dismettere le attività.

𝗖𝗼𝘀𝗮 𝗰𝗵𝗶𝗲𝗱𝗶𝗮𝗺𝗼?
Con questo evento intendiamo ribadire che gli stati membri dell’UE sono tenuti a garantire il rispetto del diritto d’asilo, sancito dalla Convenzione di Ginevra del 1951 sui rifugiati, dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE (art 18) e dall’insieme di norme che compongono il sistema comune europeo sull’asilo.

Partecipa e seguici in questa diretta sabato 21 novembre alle 17h00, e sostieni la nostra campagna di aiuto 𝙑𝙞𝙩𝙚 𝙎𝙤𝙨𝙥𝙚𝙨𝙚: raccoglieremo donazioni e indumenti invernali da recapitare a Bihac a favore della Croce Rossa locale e dell’associazione IPSIA ACLI, attiva sul campo da anni. ❗❗❗𝗖𝗢𝗠𝗘 𝗣𝗨𝗢𝗜 𝗔𝗜𝗨𝗧𝗔𝗥𝗖𝗜❗❗❗▶️ Dona mediante Bonifico su CC Bambine e Bambini del Mondo ODV – Banca Popolare Etica – Filiale di Brescia
𝗜𝗕𝗔𝗡: IT48 M050 1811 2000 0001 1090 339
𝗖𝗮𝘂𝘀𝗮𝗹𝗲: Erogazione Liberale per Vite Sospese▶️ Raccogli indumenti o scarpe che rispondono alla nostra richiesta (vedi elenco sotto), igienizzali in modo corretto riponendoli in un sacco di plastica e, se a dicembre il nuovo DPCM lo consentirà, consegnali ai seguenti indirizzi, nei giorni e negli orari che verranno comunicati sulla nostra pagina:▪️ Bottega Alta di Rezzato, Via G. Perlasca, 28, Rezzato BS – 030 2592917
▪️ presso Loredana Panicola, via Francesco Lana 7, Brescia 3285449201 tutti i giorni negli orari 10-12 e 16-20
▪️ Eventuali altri sedi𝗖𝗼𝗺𝗽𝗶𝗹𝗮 𝗶𝗹 𝗺𝗼𝗱𝘂𝗹𝗼 che trovi al link di seguito, così potremo contattarti per darti informazioni sulla raccolta appena avremo novità: https://forms.gle/xmT9aTbgsVdGtYP57❗❗❗ 𝗗𝗜 𝗖𝗢𝗦𝗔 𝗔𝗕𝗕𝗜𝗔𝗠𝗢 𝗕𝗜𝗦𝗢𝗚𝗡𝗢 ❗❗❗▪️ Abbigliamento da uomo: giacche a vento impermeabili S M L, pantaloni e magliette taglie S e M, passamontagna, berretti e guanti, mutande e calze pesanti
▪️ Sacchi a pelo, coperte, tende piccole
▪️ Scarpe tipo trekking o da passeggiata (no running! no scarpette leggere! no scarpe da città!) dal 39 al 44 ℹ️ Segui la nostra pagina quotidianamente per aggiornamenti o scrivici a marciaaccoglienzabrescia@gmail.com▶️ Iniziativa promossa dal Comitato #IOACCOLGO Brescia, Consulta per la cooperazione e la pace, la solidarietà internazionale e i diritti umani del Comune di Brescia, SIPROIMI, Croce Rossa Italiana – Comitato di Brescia, Coordinamento SPRAR Provincia di Brescia, Forum Terzo Settore Brescia. Con il patrocinio del Comune di Brescia.▶️ Aderiscono all’iniziativa: ACLI Provinciali Brescia aps, ACT OdV, ADL a Zavidovici Onlus, AGESCI Zona Brescia, Aid For Education, Amnesty International gruppo 028 Brescia, ANED Brescia, ANOLF Brescia, Anpi comitato provinciale Brescia, APASCI onlus, ARCI Colori Sapori, Articolo 10 Brescia, Asilo Notturno Pampuri, Ass. Amare ODV Onlus, Ass. Amicizia Italia-Palestina, Ass. Centro Migranti, Ass. Horizonte Italia Brasile, Ass. Zastava Brescia, Babamondo ODV Rezzato, Brescia per Mediterranea, Chiesa Valdese Brescia, CGIL Brescia, CGIL Valle Camonica-Sebino, CISL Brescia, Comitato UISP Brescia, Comune di Borgo San Giacomo, Consulta della Pace del Comune di Brescia, Cooperativa Il Mosaico Onlus, Cooperativa K-pax Onlus, Coop. Sociale AREA, Coop. Sociale La Rete, CSV Brescia, EMERGENCY Brescia, Fondazione Guido Piccini, Fondazione Museke Onlus, Forum Provinciale del Terzo Settore Brescia, GASBEATO Collebeato, IPSIA Brescia, KEMAY società coop. sociale, LEGAMBIENTE Brescia, Medici Senza Frontiere gruppo Brescia, MMI, Nonsolonoi ODV Rezzato, Pax Christi Punto Pace Brescia, Restiamo Umani Brescia, SCAIP, Sinistra Italiana Brescia, SVI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Secured By miniOrange