Solidarietà sulla carta, gioco sporco nella realtà

Le nuove politiche di migrazione e asilo dell’Unione europea, descritte come un nuovo inizio, sono in realtà un tentativo di legalizzare pratiche di violazione dei diritti umani.

‘’Il Patto su Migrazione e Asilo include la solidarietà come valore sulla carta, ma riguarda esclusivamente la solidarietà tra gli Stati membri. La solidarietà verso i rifugiati e gli altri migranti non è invece menzionata. Il reinsediamento dei migranti è un tema citato costantemente nel Patto, ovvero il ritorno delle persone nei paesi di provenienza nonostante la loro vita e la loro sicurezza, lì, potrebbero essere ancora in pericolo. Esattamente in questa parte il Patto è contrario alla Convenzione sui Rifugiati del 1951”, ha sottolineato Tea Vidović del Centro per gli studi sulla pace (CMS) alla conferenza che si è tenuta oggi in Piazza Europea a Zagabria, davanti allo striscione che dice “Solidarietà su carta, gioco sporco nella realtà”.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Secured By miniOrange